Perché fare trading binario non vuol dire giocare d’azzardo

di Luigi Boggi Commenta

FINANZA ECONOMIA 06

Le opzioni binarie stanno riscuotendo un incredibile successo in tutto il globo tanto per la loro semplicità di utilizzo, quanto per il fatto che possono essere negoziate con budget decisamente bassi. Appare infatti possibile anche investire un solo euro. Molti traders tradizionali tuttavia credono che questa nuova forma di investimento sia più simile al gioco d’azzardo che al trading tradizionale come il trading azionario o il forex trading. Ma è veramentre così? La risposta è no.

Fare trading binario non significa scommettere su alto o basso, bensì vuol dire osservare il mercato e in base ad una approfondita analisi tecnica, selezionare dunque la direzione da prendere. È vero, possono bastare anche solo 60 secondi per portare a compimento un investimento, ma ciò non deve far pensare che poichè il tempo dell’investimento è così ridotto allora non si tratta di un investimento ma di una semplice puntata al casinò.

Il più delle volte, dietro ai 60 secondi di investimento possono esserci strategie e tempi di attesa anche di diverse ore o giorni. Inutile affermare che nelle opzioni binarie si può investire anche a scadenze superiori, come 5 minuti, 30 minuti, 1 ora, 1 giorno 1 mese.

L’importante però è investire sempre con molta autodisciplina consapevoli del fatto che non si sta giocando d’azzardo ma si sta investendo parte dei propri risparmi con l’unico scopo di poter speculare e quindi trarre profitto nel medio lungo periodo. Leggendo le varie strategie proposte è possibile rendersi conto di quanto sia facile operare con le opzioni binarie e al tempo stesso difficile guadagnare con esse.

Questo è un punto fondamentale che molti utenti inesperti che si avvicinano a tale forma di investimento non tengono in considerazione. È vero, basta registrarsi a un broker binario, versare anche solo 100 euro e cominciare a fare trading semplicemente scegliendo se l’asset salirà o scenderà. Ma è davvero così? Forse no, ed ecco i perché. Prima di iniziare a fare trading occorre aprirsi un conto demo per cercare di capire se si ha la giusta propensione a questo tipo di investimento. Le opzioni binarie non sono per tutti. Possono investire solo coloro che hanno tanta autodisciplina, che sono disposti ad analizzare le strategie e a testarle e che sanno che una qualsiasi sessione di trading contempla sia profitti che perdite, l’importante ovviamente è che i profitti alla fine siano superiori alle perdite.

Inoltre, non bisogna mai lasciarsi prendere dalla foga di recuperare eventuali perdite altrimenti si rischia solo di incrementarle. In conclusione occorre dire che il trading binario così come il trading tradizionale richiede molto self control e va affrontato solo seguendo determinate strategie senza le quali un qualsiasi tipo di investimento si configura alla stregua di una semplice puntata al casinò.