Lbinary, truffati i risparmiatori ignari

di Valentina Cervelli Commenta

Quando si suggerisce di affidarsi a piattaforme che sappiano provare la loro validità è per evitare quel che è successo ai risparmiatori che hanno deciso di affidarsi a Lbinary per puntare sulle opzioni binarie e sul trading online, rimanendo beffati anche dalle decisioni prese dalla Sec, l’ente di controllo.

Una truffa da 5 milioni di dollari

Una truffa in piena regola condotta in modo davvero perfetto che è costata ad ignari cittadini un totale di 5 milioni di dollari: Lbinary si presentava come una piattaforma di trading specializzata nelle opzioni binarie che tra le altre cose sembrava vantare proprio con la Sec, l’equivalente della Consob americana, un accordo.

Quello che era presentato come un broker inglese era invece di proprietà di due cittadini israeliani, Anton Seredov e Lior Babazara, che sono fuggiti con i soldi dopo aver chiuso i siti con i quali avevano ingannato migliaia di clienti. La Sec, il 31 agosto scorso, ha reso noto che le indagini svolte sulla Lbinary erano concluse con un patteggiamento che stabiliva il pagamento, per i due proprietari di 560.000 dollari in disgorgement, ovvero la componente relativa alla restituzione dei profitti illeciti e di 350.000 dollari di sanzione civile a testa.

Un simile accordo comporta il non riconoscimento di alcun illecito.

Nessun risarcimento in pratica per i truffati

Va da sé che data la grandezza della truffa, con un bottino pari a 5 milioni di dollari, il patteggiamento ha scontentato ampiamente le vittime dell’illecito, che non pensano affatto sia stata fatta giustizia: basti pensare che i truffati sono 2.800 provenienti da diversi paesi. Come ha raccontato uno di loro all’Israel Times:

Mi aspettavo una sanzione nell’ordine dei milioni. La Sec li ha inseguiti per aver sottratto oltre 5 milioni da oltre 2.800 clienti, quindi non capiamo perché ai proprietari sia stato ordinato di sborsare solo 560.000 dollari. Speravamo di recuperare tutti i nostri fondi persi, ma questo numero ci confonde e ci delude. Ci restituiranno solo una piccola parte dei nostri soldi.

Di certo la piccola somma richiesta ai due truffatori non è sufficiente a ripagare tutti i truffati se si calcola il numero complessivo di chi ha investito in Lbinary e le somme investite. In pratica tutti hanno perso tutto. C’è chi riuscirà meglio ad ammortizzare la perdita e c’è chi invece ha anche perso la casa o usato risparmi importanti.

E’ proprio per evitare problematiche tipo questa che si rende necessario, quando si decide di fare trading online, di verificare con dovizia di particolari le credenziali di un broker, cercando allo stesso modo di investire in modo intelligente.