La storia delle opzioni binarie: come sono nate

di Gianni Commenta

Conoscete come sono nate le opzioni binarie? Ecco la loro incredibile storia, dalla nascita negli anni Settanta alla fama mondiale del Duemila, al successo di oggi.

Forse non siete nuovi del campo delle opzioni binarie perché siete soliti utilizzarle tra i vostri prodotti di investimento preferiti. Eppure, anche se ormai si tratta di un prodotto di investimento familiare per voi, conoscete la storia delle opzioni binarie? Come tutti i prodotti finanziari esistenti sul mercato anche le cosiddette operazioni binarie hanno alle spalle diverse tappe di sviluppo che l’hanno portate ad essere, oggi, uno dei prodotti finanziari più innovativi e scelti dagli investitori a livello globale. 

Questa è quindi la loro storia e ci fa piacere farvela conoscere.

Come sono nate le opzioni binarie

Avete sicuramente sentito dire molte volte che le opzioni binarie sono uno dei prodotti di investimenti più recenti comparsi sui mercati internazionali. Questo è assolutamente vero, perché esse praticamente non esistevano prima degli anni ’70. E’ stata in realtà l’intuizione di un professore dell’Università della Pennsylvania, negli Stati Uniti, a dare il via a questa nuova semplice e intuitiva forma di guadagno. Il suo obiettivo è sempre stato quello di semplificare i processi di trading, all’epoca molto complessi, e di farli diventare alla portata di tutti.

La storia delle opzioni binarie negli anni Settanta

La prima vera piattaforma di trading per la negoziazione di opzioni binarie è nata però solo nel 1973 ad opera della CBOE (la Chicago Board of Trade) che la presentò fiduciosa ai propri investitori. La nuova piattaforma, tuttavia, non ebbe immediato successo, e per lunghi anni, o meglio per oltre 30 anni, le sue infinite potenzialità non vennero comprese e sfruttate dagli investitori. Ma per quello che sembrava un semplice buco nell’acqua non era ancora detta l’ultima parola.

La storia delle opzioni binarie dal Duemila in poi

Il successo delle opzioni binarie, infatti, arrivò solo 35 anni dopo, nel 2008, questa volta ad opera della NADEX (la North America Derivates Exchange). Il merito di questa svolta fu però dovuto alla US Securities and Exchange Commission che su richiesta della Options Clearing Corporation approvò lo strumento delle opzioni binarie come regolare mezzo d’investimento.