Opzioni binarie, consigli per i trader (seconda parte)

di Redazione Commenta

Spread the love

Trader e opzioni binarie. Un rapporto fondamentale. Ma come bisogna comportarsi in questo universo? Ecco alcuni consigli utili al fine di svolgere al meglio le proprie operazioni e ‘padroneggiare la materia’:

E’ necessario pensare fuori dagli schemi. I grafici specifici per opzioni binarie non sono un granché, e molti trader si affidano ora a grafici esterni per trovare spunti per prendere decisioni.

Occorre inoltre proteggere il saldo del proprio conto, imparando a impostare un limite massimo oltre il quale non volete rischiare. Se ci si dà una regola di non investire mai più del 10% del conto in un’unica operazione, si sarà in grado di permettervi dei trade sfortunati e di avere abbastanza per recuperare. Invece, basta un’unica grande perdita per dover ricominciare da capo.

Come sempre, quando si tratta di soldi, si investe solo quello che ci si può permettere di perdere. Non si deve mai investire in opzioni binarie i propri ultimi 500€ o i soldi messi da parte per l’affitto o per altre spese fondamentali. Bisogna comprendere in altri termini qual è il rischio ed esserne sempre consapevoli.

Poi occorre darsi un limite di perdita giornaliera. Se si è perso più di 50$ in un’unica operazione bisogna dalla piattaforma e spegnere il computer.

In ultima analisi occorre avere un diario di trading in cui tenere traccia dei propri investimenti, quando li si fanno, perché si fanno e così via. Dare dunque uno sguardo alle operazioni svolte lungo l’ultimo mese e chiedersi perché e quando è stato il proprio momento migliore, cercare degli schemi, delle regolarità da cui trarre vantaggio, sono ottimpi input.