Cos’è successo all’euro ieri

di Gianni Commenta

Abbiamo visto che una profonda analisi dei trend del mercato forex può portare nelle tasche degli investitori rendimenti che superano anche il 70 per cento. La coppia valutaria Euro/Dollaro statunitense, per esempio, è entrata nell’ennesima fase ribassista. 

A questo punto chi ha saputo investire per speculare, ha comprato opzioni down e touch down

La moneta unica dell’UE attira sentimenti differenti. In genere il suo andamento è legato molto all’attualità. In questi giorni hanno influito sulle sue performance i dati emersi dal summit che hanno portato molti leader a ribadire l’importanza dell’euro.

L’analisi di ieri, però, ci riporta con i piedi per terra perché l’euro è stato scambiato più basso contro il dollaro nel mercato asiatico del mercoledì. E’ facile capire che ad influenzare questo andamento ci ha pensato la BCE con la decisione di tagliare i suoi tassi ancora un po’.

Sul lungo periodo l’easing peserà sull’Euro ma nel breve periodo la moneta unica sarà messa sull’otto voltante. Il che vuol dire che gli investitori attenti che monitorano tutto con attenzione, potrebbero davvero arrivare a guadagnare parecchi soldi durante le prossime sessioni.

Ecco come racconta l’accaduto sul mercato asiatico, la rivista DailyForex:

A  Tokyo, l’EUR/USD stava scambiando a 1.2595$, un calo dello 0.1% ma non lontano dal basso colpito martedì di 1.2559$. La resistenza è vista immediatamente a 1.2693$, l’ultimo alto e supporto di venerdì è a 1.2545$ e poi a 1.2565$.