CFD e opzioni binarie, Esma avvia consultazione

di Valentina Cervelli Commenta

L’ESMA ha avviato una consultazione su potenziali misure di product intervention relative ai CFD, ai rolling spot forex, ovvero i contratti spot su valute con caratteristiche di rotatività e sulle opzioni binarie destinati alla clientela retail.

Il termine dell'”indagine” scade il prossimo 5 febbraio. Fino a quel momento l’ Autorità europea sulla sicurezza mercati finanziari averà tempo per raccogliere spunti su potenziali misure da adottare per sistemare il mercato ad essi relativo. Quale è l’obiettivo dell’ESMA? Molto semplice: arrivare ad una limitazione importante di quella che è l’operatività di quegli strumenti. La paura di coloro che vi lavorano è quella che vengano introdotti dei limiti sulle opzioni binarie ma anche sul trading CFD delle criptovalute.

Un fattore questo che porterebbe all’immediato sgonfiamento nel mercato relativo che in questo momento sta procedendo abbastanza spedito nonostante la fluttuazione del bitcoin. A livello tecnico va sottolineato che l’ESMA agisce  sulla base dell’art. 40 del Regolamento UE n. 600/2014 (MiFIR) che stabilisce che, al verificarsi di determinate condizioni, la stessa possa decidere di vietare temporaneamente o limitare la commercializzazione, la distribuzione o la vendita di specifici strumenti finanziari in Europa. I maggiori rischi pratici al momento sono un divieto relativo alla pubblicità, la distribuzione e la vendita di opzioni binarie ai privati per via del focus concentrato sulle stesse.

Da quel che è possibile evincere al momento, in caso di restrizioni relative ai CFD ed alle criptovalute la situazione non sarebbe migliore di quella che già si profila per le opzioni binarie. Tra le azioni prese in considerazione dall’autorità europea vi sono anche dei limiti di leva finanziaria sull’apertura di ogni posizione tra 30:1 e 5:1 che varieranno, come da comunicato ESMA, “in base alla volatilità dell’asset sottostante”. Si profila una situazione tutt’altro che rosea per le piattaforme del settore.