Fare trading o comprare Bitcoin: cosa conviene?

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

Conviene più fare trading o comprare Bitcoin? Questa è senza dubbio una delle domande più interessanti che possa porsi un qualsiasi investitore che abbia voglia di guadagnare qualcosa in ambito crypto o finanziario.

Attenzione a come si investe sul Bitcoin

Rispondere a questa domanda, soprattutto se ci si sta avvicinando di questo periodo a entrambi i mercati: un veloce sguardo infatti rischia di lasciare il potenziale investitore confuso e incerto sul da farsi.  Va specificato immediatamente che si tratta di due mondi diversi che presuppongono pericoli e costi diversi nonostante la naturale tendenza alla speculazione.

Se si prende in considerazione il Bitcoin ci si trova comunque davanti a una criptomoneta che tuttora va molto bene ma che è caratterizzata da una volatilità che è impossibile non considerare.  Detto ciò è anche importante rendersi conto che per paesi come la Cina che tendono a vietarne l’utilizzo, molte altre puntano a utilizzarla come metodo di pagamento o addirittura a renderla una valuta legale come accaduto a El Salvador. Il fatto che il Bitcoin sia stato la prima crypto creata la ha portata a raccogliere un valore di mercato molto imponente che però risente molto dell’effetto che dichiarazioni o particolari eventi hanno sul suo andamento.

Prima d’investire in Bitcoin  e altre valute di questa tipologia bisogna rendersi conto che rispetto ad altri strumenti finanziari non possono comunque contare su una regolamentazione comune e certa e che sono molti gli esperti e le banche mondiali che si chiedono cosa potrà rappresentare il Bitcoin per l’economia mondiale.

Meglio puntare sul trading online

Conviene quindi puntare sul trading online? Di certo in questo caso la regolamentazione è più severa, anche se lo stesso trading riguarda i Bitcoin stesso. Ed è proprio sulla differenza tra il lavorare con gli exchange e quindi direttamente con le crypto e sfruttare gli strumenti messi a disposizione dai broker che ricade la convenienza dell’investimento in un settore piuttosto che sull’altro. E qui, nonostante alcune criticità, è il trading online a vincere comunque.

Se si decide d’investire nel Bitcoin tramite i CFD e il trading online infatti si può contare su una maggiore sicurezza e spesso e volentieri su un maggiore guadagno perché in caso di speculazione proprio con i CFD, si ottengono profitti sulle oscillazioni di valore e non si diventa proprietari della moneta digitale con tutti i rischi di validità che ne conseguono.

Oltre l’aspetto legato alla sicurezza ce n’è un altro da prendere in considerazione, con il trading online non diventerete proprietari della criptovaluta ma vi speculare sopra con i CFD, ottenendo dei profitti sulle oscillazioni di valore.