Opzioni binarie, il modello Risk/Reward

di Gianni Commenta

Guida a una delle strategie di Money Management di maggior successo.

Oltre a configurarsi come una strategia di successo, il modello Risk/Reward consente a trader esperti e meno esperti di gestire il proprio denaro in maniera precisa e oculata. Di cosa si tratta? Il modello Risk/Reward è una strategia che fa la differenza. Viene adottata sovente da trader di successo, in virtù di una base solida che deve tuttavia essere applicata correttamente. Questa strategia gioca sul rapporto tra importo che viene rischiato durante una singola transazione e ricompensa che dovrebbe essere ottenuta. Ecco un esempio proposto dagli esperti:

Se ad esempio apriamo una posizione investendo 200 euro ed il nostro obiettivo di profitto è 600 euro, allora il nostro Risk/Reward sarebbe di 200/600 ovvero 1/3. Quindi stiamo rischiando 200 per un return di 600 che rappresenterebbe il 300% dell’investimento. Questo rapporto è di fondamentale importanza per il successo del nostro trading a lungo termine, e la maggior parte dei traders che non lo utilizzano sono destinati al fallimento.

Sono numerosi gli operatori dell’universo delle opzioni binarie che si servono delle strategie legate al money management. Tuttavia, spesso e volentieri gli effetti negativi sono dietro l’angolo per ciò che concerne la curva di equità. Gli scalper, volendo fare un altro esempio, notano che realizzare piccole e rapide transazioni, puntando a obiettivi ridotti, sia un buon metodo. Mediante questa tecnica, tuttavia, diventa difficile ottenere dei feedback positivi sui propri investimenti. Il ‘perché’ è presto detto: il mercato è formato da una varietà infinita di partecipanti, e ognuno ha un determinato scopo. Ciò implicherà sempre vibrazioni di costi che sono una sorta di rumore per tutte le operazioni sul mercato stesso. In altri termini:

Se ad esempio uno scalper ha l’obiettivo di ottenere un profitto di 3 pip, per lui sarà molto difficile impostare uno stop loss che dia un risk/reward positivo. Con un rapporto risk/reward di 1:3 è necessario uno stop loss di 1 pip; con un rapporto 1:2, nel caso di obiettivo a 3 pip, lo stop deve essere impostato a 1,5 e così via fino a 1:1.