Opzioni up/down e Call options

di Luigi Boggi Commenta


Quando si usano le opzioni binarie come strumento di trading, la vita finanziaria risulta notevolmente semplificata. E’ chiaro che l’investitore può scegliere tra diverse attività ed è risaputo che la più “usuale” è la coppia di valute.

Ma che tipo di opzioni esistono?

L’investitore è chiamato a scegliere un’attività e la durata di quest’attività, vale a dire il periodo ultimo in cui andrà a vedere se la sua previsione è stata corretta e quindi può incassare qualcosa.

Ma esistono molti tipi di opzioni binarie.

FORMA BASE  UP/DOWN

La forma base è quella Up/Down che – come suggerisce anche il termine – è legata all’andamento del mercato. In pratica si scommette sul fatto che il mercato salirà o scenderà alla scadenza dell’opzione. Facile da usare, soprattutto per chi ha una buona capacità d’analisi, perché si può mettere in tasca rendimenti interessanti.

L’opzione up/down, in genere, paga dal 65% all’85% e si possono ottenere rimborsi anche del 15% se c’è una scadenza out of the money.

CALL OPTION: OPZIONI CHE DANNO PROFITTO QUANDO IL MERCATO SALE

Esistono poi le opzioni call che procurano un profitto soltanto quando il mercato sale.

In pratica, durante l’attività di trading, se si pensa che il valore di un certo asset salirà, è bene comprare una call option, tipica dunque di chi vuol “speculare” con il mercato rialzista.