Usa ancora a rischio default, mercati preoccupati

di Redazione Commenta

Spread the love

In Cina i mercati finanziari sono in calo a seguito delle brutte previsioni provenienti dall’altra parte del mondo. Il Fondo monetario internazionale parla di pericolo di default americano e, secondo il Governo di Pechino, ciò si configurerebbe come una sciagura per tutti. Ma le società immobiliari quotate proseguono incessanti nel macinare profitti e le infrastrutture desiderate dal governo centrale si apprestano a collocare bond da record.

Intanto, alla Borsa di Hong Kong società come Techtronic Industries (energia) dipendente per il 73% dal mercato americano ha perso il 3,1 per cento. Geely Automobile Holdings Ltd. (Volvo Cars), è andata sotto del 3.4% dopo che Goldman Sachs ha svenduto le azioni nel produttore di auto cinese. Tencent Holdings Ltd. è sceso del 2.4 sulla scia della caduta delle Internet companies americane.

L’indice Hang Seng a Hong Kong ha perso lo 0,65, l’indice Hang Seng China Enterprises Index (H-share index), lo 0.4 a 10,490.70. Si fa dunque sentire il pericolo di una svendita di titoli americani e un incremento del costo del denaro potrebbe essere il prossimo virus dilagante. Le maggiori preoccupazioni riguardano l’immobiliare. Dopo che in Cina gli imprenditori si sono gettati nel mercato del mattone, ora hanno un dubbio: tenere i prezzi bassi delle case oppure favorire gli acqusti e quindi la crescita? Questo spiega il passo anche sulle infrastrutture. Il prezzo medio comunque delle case in 100 citta’ cinesi è cresciuto del 9,5% a settembre, secondo le rilevazioni del China Real Estate Index System.

Ma ci sono comparti come China railway che progettano senza sosta. China raiway medita di investire 20 miliardi di yuen la prossima settimana in bond. China Railway Corp., vuol piazzare 20 miliardi di yuen (3.3 miliardi di dolalri), confortato dal fatto che il premier Li Keqiang la considera la chiave di volta della ricchezza nazionale. China Railway ha accusato forti perdite durante il credit crunch di giugno, ma secondo Pechino non può scamparla.

Il mondo dunque è in attesa dello shutdown.

Photo Credits | Getty Images