Forex pronto a sostituire le opzioni binarie per gli investitori?

di Valentina Cervelli Commenta

Forex pronto a sostituire le opzioni binarie per gli investitori? Teoricamente sarebbe sbagliato definirla sostituzione, ma dopo la stretta dell’Ema alla fine di marzo sembra proprio che coloro che amavano scommettere su questo strumento abbiano deciso di ampliare il loro trading sul mercato valutario.

Non stupisce quindi notare che nei primi mesi del 2018 vi siano dati di forte crescita in ambito di trading Forex: va ammesso però che si trattano di grandi numeri visto che la percentuale indicata è del 24% rispetto allo  stesso periodo dello scorso anno. In questo caso vi è lo zampino dell’andamento del dollaro ed alla forte volatilità degli scambi insieme alla maggiore facilità di eseguire il trading online attraverso l’utilizzo di broker dotati di piattaforme di facile utilizzo per chiunque possegga un pc, un tablet o uno smartphone.

Come accadeva per le opzioni binarie il problema vero è quello di riuscire a trovare il broker onesto all’interno di una vastissima offerta. Non si può far finta di nulla: il broker rappresenta l’elemento decisivo per far si che muoversi all’interno del mercato del forex avvenga in modo serio e allo stesso tempo divertente. Ovviamente non ci si deve avvicinare ingenuamente a questo settore e leggere sempre in modo attento ed esaustivo le condizioni di iscrizione. E’ altresì importante avere la possibilità di accedere a un conto demo che consente usando denaro virtuale di imparar a gestire le transazioni senza perdere denaro vero.

Il migliore cross sul quale agire in questo momento? Quello euro-dollaro ovviamente grazie alla forte volatilità degli scambi.