Prezzi delle case in discesa libera in Italia

di Gianni Commenta

Il mercato immobiliare è considerato sotto molti aspetti un motore molto importante dell’economia per questo si fa particolare attenzione all’evoluzione del settore. Il portale di annunci Idealista.it ha sfruttato la sua esperienza per fare una panoramica sui prezzi degli immobili. 

Nel 2012, il risultato dell’indagine è questo, i prezzi delle case in Italia sono crollati. Basta fare un’analisi comparata dei dati riferiti al dicembre 2011 e al dicembre 2012, per scoprire che l’ondata di ribassi ha coinvolto il 70 per cento delle città capoluogo ed ha avuto effetti importanti anche su Padova, Bari e Roma.

Nella sua  indagine Idealista.it parte da un database di 44.189 annunci pubblicati e spiega che alla fine dell’anno scorso c’è stata un’accelerazione dei ribassi che potrebbe continuare per tutto il 2013. Le città capoluogo in cui la flessione è stata più evidente, sono Novara e Grosseto dove in termini percentuali i ribassi dei prezzi degli immobili sono del 9,1 per cento.

Gli analisti, a questo punto, provano ad immaginare il 2013 e pensano che sia l’anno dell’affitto. Permarranno le difficoltà nella compravendita degli immobili e quindi ci sarà una battuta d’arresto anche per i mutui, perché ad ogni modo i prezzi degli immobili sono ancora lontani dalla capacità di rimborso dei richiedenti.

I due scenari possibili sono: il rilancio del settore immobiliare dove ci saranno più affari da stringere, acquisti a prezzi vantaggiosi che si tradurranno in un vantaggio altrettanto consistente per gli affittuari.