I danni all’agricoltura? 3 miliardi di euro

di Gianni Commenta

Dopo l’arrivo dell’anticiclone che ha portato il maltempo su tutta la Penisola, l’agricoltura conta i danni di questo anticipo d’autunno. Secondo la Coldiretti, nelle campagne, si raccoglieranno ben 3 miliardi di “cocci”. Una stima legata soprattutto alla produzione delle campagne. I danni all’agricoltura ammontano a ben 3 miliardi di euro. Quest’estate, infatti, è stata molto particolare, tra caldo, siccità ed incendi. Alla fine, quando finalmente è arrivata la pioggia, le coltivazioni erano o già compromesse, oppure hanno avuto il colpo di grazia.

3 miliardi di euro equivalgono in termini percentuali al 10 per cento del Pil agricolo. Questa è la stima fatta dalla Coldiretti che ha cercato di analizzare anche a livello geografico le Regioni più colpite. In primo piano ci sono sicuramente il Veneto e l’Emilia Romagna, che hanno perso un miliardo ciascuna circa.

A seguire, il resto dei danni, è da ripartire tra Toscana, Lombardia, Puglia, Umbria e Marche. Chiaramente sono andate in affanno le coltivazioni di tutte le regioni ma il settore agricolo, tutto sommato, quest’anno può tracciare un bilancio positivo. Basta pensare che è l’unico comparto economico che può vantare un attivo di assunzioni.

A livello di produzioni – e questo interessa gli investitori in opzioni binarie per la scommessa sui prezzi – si è rovinato il 50 per cento delle coltivazioni di pomodoro in Puglia, il 30% dei raccolti di mais e il 40% di quelli di soia.

Da aggiungere anche il calo della produzione del latte del 10 per cento, legato allo stress delle mucche.