Opzioni: il turismo motore dell’economia tricolore

di Gianni Commenta

L’Italia è senz’altro uno dei paesi più interessanti del mondo dal punto di vista turistico ma per effetto della crisi è anche vero che il turismo non è più quello di una volta.

Le statistiche parlano di una riduzione del tempo delle vacanze e di un avvicinamento delle mete deputate al relax.

L’ultimo rapporto sul settore in questione spiega che se non ci fossero i turisti stranieri, l’Italia sarebbe colata a picco durante l’estate. Il turismo straniero, infatti, è e resta una risorsa per il nostro paese. Questo ha fatto sì che anche le mete tricolore preferite abbiano subito una modifica sostanziale.

Gli stranieri, infatti, solo nel 13 per cento dei casi hanno scelto di trascorrere le vacanze in una località del sud Italia. Il voto attribuito allo Stivale è mediamente superiore agli 8 decimi. Lo studio che ha fotografato la situazione è stato elaborato da Confesercenti-Ref.

La Regione che è in testa alla classifica è la splendida Toscana, seguita dalla Valle d’Aosta e poi dall’Umbria ma i turisti stranieri assegnano anche dei premi speciali. Per esempio la Sardegna, l’Abruzzo e la Campania sono le regioni vincitrici del premio cortesia, mentre per l’arte troneggia il Lazio, riguardo l’ambiente stravince la Val d’Aosta ma per lo shopping è sempre meglio andare in Friuli Venezia Giulia.