Il caso del debito dell’Argentina

di Redazione Commenta

Spread the love

Chi investe in opzioni binarie ha sempre bisogno di case history per interpretare quello che succede nel mondo a livello economico. Oggi, chi vuole investire nelle oscillazione del settore europeo, deve tenere a mente la crisi di paesi come l’Ecuador, l’Argentina e l’Islanda

L’Ecuador è un paese molto interessante perché il presidente Correa, eletto alla guida del paese, ha deciso di non pagare il debito con i suoi creditori. Ha aspettato di mettere a posto i conti e poi ha ricomprato il 91 per cento dei bond emanati. Aveva soldi in cassa per farlo.

Diverso è il caso dell’Argentina che invece di soldi da parte non ne aveva molti e oggi, le scelte fatte per uscire dalla crisi, si stanno rivelando disastrose per l’economia. Andiamo con ordine.

L’Argentina ha finalizzato le scelte economiche alla costruzione del consenso elettorale e stando alla rielezione della Kirchner alla guida del paese, potremmo anche dire che l’obiettivo è raggiunto. Non è andato invece a buon fine il risanamento dei conti pubblici.

L’Argentina, infatti, ha scelto di osare molto nel settore della spesa pubblica, elargendo sussidi ed agevolazioni per tutti e aumentando gli stipendi pubblici. Poi è stato messo sotto il controllo governativo la Banca Centrale che oggi sembra assecondare le scelte dell’esecutivo.

Il risultato è che per gli investitori l’Argentina non è più un paese affidabile, con un’inflazione reale al 25% coperta da dichiarazioni fallaci che vogliono questo indice fermo al 9 per cento.