Materie prime: il mercato del legno

di Redazione Commenta

Spread the love

Il mercato del legno, almeno in Europa, è in forte calo. Il rendimento è tornato ai livelli del 2010 e la ripresa ottenuta in quell’anno dopo un biennio di crisi, non è stata confermata nel 2011. Il panorama del settore è stato ampiamente descritto durante un incontro dell’Organizzazione europea delle segherie

Molti broker offrono la possibilità di investire nelle opzioni binarie legate al mercato delle materie prime, per questo è importante raccogliere informazioni sui diversi settori produttivi. Quello che vi proponiamo è uno sguardo al mercato europeo del legno.

Si è tenuta infatti a Riga in Lettonia, un’assemblea dell’Eos, l’Organizzazione europea delle Segherie. Ne è venuto fuori un panorama un po’ deludente. Nel senso che nel 201o il settore del legno sembrava avviato verso la ripresa dopo un biennio davvero triste dal punto di vista produttivo.

Ci si aspettavano risultati positivi anche nel 2011, mentre l’anno scorso si è registrato un calo del 2,4% nella produzione dei segati di conifere. Ha pesato su questa riduzione del prodotto, l’abbassamento delle stime di Austria, Germania, Lettonia e Svezia.

La Germania, però, continua ad avere una posizione prevalente nel mercato del legno perché da un lato si configura come il più grande fornitore Eos di segati di conifere assorbendo il 26,8% del mercato e dall’altro resta anche in testa alla lista dei consumatori di legno con una quota percentuale del 27,7%