Opzioni binarie: la strategia di copertura

di Gianni Commenta

Investire nelle opzioni binarie vuol dire conoscere rischi e guadagni legati ai capitali investiti. Nel caso delle opzioni binarie c’è la possibilità di rimpinguare bene il proprio portafoglio ma anche di perdere un bel po’ di denaro se le previsioni fatte sono erronee. Come sopperire? 

Ci sono delle strategie d’investimento per chi opera con le opzioni binarie che consentono di ridurre il margine di perdita, nel caso in cui ci si accorge che le previsioni fatte non erano corrette. Facciamo un esempio di questa che potremmo definire strategia di copertura.

Immaginate d’investire nelle commodities o comunque sull’oscillazione dei prezzi di un certo prodotto. Non sono però state ancora diffuse le stime sulla produzione di quel bene. Entriamo nello specifico: volete investire sul prezzo della barbabietola da zucchero ma non sapete com’è andato il raccolto. 

Tenendo conto dei trend puntate sull’aumento del prezzo, poi le statistiche indicano una direzione diversa, perché la siccità ha dimezzato i raccolti. A quel punto sarà conveniente comprare un’opzione binaria di segno opposto.

Se s’investisse lo stesso prezzo su una call e su una put, allora si potrebbero avere perdite contenute, di circa 20-35 euro, se invece l’opzioni giusta, la seconda, quella di copertura, fosse di capitale doppio rispetto a quella iniziale, allora si potrebbe avere anche qualche piccolo guadagno.