Perché acquistare con opzione call

di Redazione Commenta

Spread the love

L‘acquisto di un’opzione call implica il pagamento del premio dell’opzione, e fornisce all’acquirente il diritto, tuttavia non l’obbligo, di esercitare l’opzione stessa entro la scadenza, acquistando così il sottostante per un valore predefinito dallo strike price (o prezzo base). La perdita massima per chi ha acquistato la call è data dal premio pagato.

Un esempio può chiarire meglio la strategia:

II titolo X vale 26,80 euro. L’investitore sceglie pertanto di acquistare un’opzione call con strike 21.00 scadenza febbraio, il cui premio è 0.5575. L’opzione su X vanta un lotto minimo pari a 500 titoli, per cui il premio che verrà pagato è di 278.75 euro (0.5575 x 500). Alla scadenza dell’opzione gli scenari possibili sono i seguenti:
X quota 27.00: in questo caso l’opzione è ATM e il suo valore sarà nullo.
X vale più di 27.00 euro, ad esempio 27. 25: in questo caso l’opzione è ITM di 0,25 euro (valore intrinseco dell’opzione). Conviene pertanto esercitare l’opzione, acquistando il titolo a 27.00 e, eventualmente, rivenderlo a 27.25, ottenendo così un guadagno pari al valore intrinseco dell’opzione stessa, e) X vale meno di 27.00 euro: l’opzione scade OTM, senza alcun valore.

Come è stato illustrato dall’esempio, acquistare una call consente di partecipare al rialzo del prezzo del titolo azionario caricandosi di un costo d’investimento ridotto rispetto all’acquisto del titolo stesso (e quindi anche un rischio di perdita ridotto). Nel caso in cui non si verifichi un aumento del prezzo del titolo, la perdita è limitata e predefinita, pari al premio pagato per l’acquisto dell’opzione. Appare sempre possibile vendere la call prima della scadenza, ad un prezzo maggiore, nel caso il titolo aumenti di valore e non si desideri prendere una posizione sul titolo stesso.