Che cosa sono le opzioni scoperte

di Gianni Commenta

Dopo aver chiarito, anche a coloro che sono per il momento poco esperti di questo strumento finanziario, quali sono le caratteristiche principali delle opzioni call e quali sono le caratteristiche delle opzioni put, in questo post è nostra intenzione aprire una piccola parentesi sulle cosiddette opzioni scoperte.

Che cosa sono le opzioni scoperte

> Che cosa sono le opzioni put

Una cosa da precisare in via preliminare, tuttavia, è che per ogni opzione ci sarà sempre:

  • un venditore, che è colui che emette il contratto di vendita dell’ opzione call o put e che è tenuto sempre a rispettare il contratto
  • un compratore, che è colui che acquista il contratto call o put e che ha la facoltà di decidere se esercitare il diritto sull’ opzione previsto dal contratto
  • un premio, che consiste in ciò che il compratore deve pagare per l’ acquisto delle opzioni e che il venditore guadagna.

Le caratteristiche del premio di una opzione

Che cosa sono le opzioni scoperte

Le opzioni scoperte in gergo finanziario sono chiamate anche opzioni nude o naked, cioè prive di protezione e di copertura in caso di perdita alla scadenza, da parte di chi le vende.

Le opzioni scoperte hanno quindi la caratteristica o meglio la potenzialità di portare il venditore in bancarotta, generando a quest’ ultimo anche perdite superiore al capitale a disposizione.

Come principio basilare, dunque, le opzioni scoperte non andrebbero mai vendute. 

Il caso più eclatante di vendita di opzioni scoperte è stato quello relativo al mega-fondo LTCM, che si è trovato appunto a vendere prodotti finanziari di questo tipo.