Trading e i tipi di trader

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

Quando si parla di trading online ogni trader è una persona a sé: il background, gli studi e la possibilità d’investimento sono solo alcune delle caratteristiche che lo definiscono. Eppure si possono riconoscere del macrotipi anche solo osservando come lavorano sul mercato. Scopriamoli insieme.

 

Fare trading significa prepararsi

Inutile dire che il trader preparato, quello esperto che sa quello che fa e come farlo è un individuo che non ha raggiunto queste capacità in un giorno. Parliamo infatti di una persona che con un suo personale investimento, ha sfruttato le piattaforme di trading online nel modo giusto. Studiando le varie strategie e casistiche. Ma soprattutto, spesso e volentieri, utilizzando conti demo per fare pratica senza perdere nulla. Attenzione: non deve essere sottovalutato questo fatto, dato che soprattutto nella prima parte della propria esperienza di trading il rischio di perdere soldi è molto alto.

Andiamo ora a prendere in considerazione quelle categorie di trader che con il trading ci stanno prendendo confidenza. Partiamo quindi dal trader neofita. Di base quando si usano queste parole si parla di persone che sono in quella che può essere definita una fase di sperimentazione. Di conoscenza del settore e quindi di continui tentativi per imparare. Non è un caso che venga suggerito l’uso di conti demo sulle piattaforme che lo consentono per coloro che si approcciano per la prima volta al trading.

I trader sempre più preparati

È un dato di fatto che per capire come investire bisogna fare esperienza e che in questa fase si possa perdere molto. E il trader neofita va incontro a questo destino a meno che non abbia un mentore o un trader più esperto che sappia guidarlo in questo mondo.  Tra l’altro nel caso in cui dovesse aver la fortuna di azzeccare specifici investimenti, spesso entra in una spirale di sopravvalutazione che rischia di portarlo a perdite ancora più grandi. E questo avviene perché si sente più preparato di quanto non sia davvero.

Abbiamo poi il trader dilettante, ovvero quello che ha smesso di essere neofita e ha deciso di imparare davvero come fare trading. Conscio che si può perdere molto e che per guadagnare questo approccio deve essere visto come un lavoro e non come un passatempo.  In questo caso l’individuo sfrutterà ogni strumento a sua disposizione per imparare e fare esperienza. Ed è la sua consapevolezza a farlo “salire di grado“.

Prima del trader professionista o esperto che vi abbiamo citato all’inizio, molti teorici del trading parlando di un trader intermedio Ovvero quella persona che sa cosa è il risk management, sa muoversi strategicamente ma commette ancora errori da dilettante quando nessuno se lo aspetta. Qualcosa che può essere risolto con la formazione e con lo studio della propria psicologia. Solo in questo modo si potrà fare l’ultimo salto in avanti.