Vaticano: il papa contro il riciclaggio

di Redazione Commenta

Spread the love

Il Papa ha deciso di rendere esecutive alcune linee guida dettate già durante il pontificato di Benedetto XVI e combattere con maggiore forza il riciclaggio di denaro sporco nel territorio di sua competenza. Il Vaticano non è più blindato come una volta visto che adesso Papa Francesco mette nero su bianco la sua voglia di debellare i crimini finanziari. Ha già preso dei provvedimenti contro alcuni prelati che hanno causato il dissesto finanziario di una diocesi nei Balcani.

Poi, in qualche modo, ha benedetto quel che sta facendo la chiesa ortodossa per il governo greco, mettendo a disposizione dello stato il suo patrimonio immobiliare per risanare le finanze del paese. Non ha certo detto nulla, almeno per il momento, a favore o contro l’IMU da versare allo stato italiano per gli immobili e i terreni di proprietà della chiesa.

L’ultimo atto, quindi, sembra decisivo ed indica un cambiamento possibile: il motu proprio di Papa Francesco, infatti, cerca di prevenire e contrastare il riciclaggio di denaro, ma punta anche a debellare il finanziamento al terrorismo e vuole evitare che si dia man forte alla proliferazione di armi di distruzione di massa.

Per ottenere questi risultati, dice il Papa, è necessario vigilare ancora di più tramite l’Autorità Aif.