Grecia: scende in campo la chiesa ortodossa

di Gianni Commenta

La situazione economica e finanziaria della Grecia è sempre più preoccupante, per questo, oltre ai cittadini, adesso sembra più che mai importante che collaborino tutti gli attori della società al risanamento del tessuto economico del paese. Un altro attore, quindi è sceso in campo. Si tratta della chiesa ortodossa che presto costituirà un’impresa insieme allo stato per il recupero e la valorizzazione degli immobili e dei terreni a sua disposizione. In pratica la chiesa ortodossa vuole donare allo stato i proventi che ottiene dall’edilizia ecclesiastica.

Una proposta di questo tipo non è certo un fulmine a ciel sereno visto che in passato, nel 2009, quando la crisi era molto importante, gli ortodossi avevano già fatto una proposta simile all’allora premier. Poi però non si era più parlato dell’accordo e la situazione era rapidamente precipitata.

Antonis Samaras sembra molto più disponibile. Lo stesso premier, di recente, si è scagliato contro il FMI per i modi in cui è stata gestita l’emergenza greca. Sembra più che naturale, quindi, che adesso accetti di buon grado la mano tesa della chiesa del paese.

Gli introiti potrebbero essere anche molto interessanti. Si costituirà quindi un’impresa compartecipata che avrà il nome di Aeap. Il comunicato ufficiale c’è, si attendono gli sviluppi della vicenda.