Grecia: Saxo Bank fa il punto della situazione

di Gianni Commenta

La Grecia ha fatto tantissimi progressi a livello economico e il piano di austerity proposto dal governo è senz’altro da considerare di successo, ma è davvero tutto alle spalle quel che è successo nei bilanci di Atene? La prospettiva di Saxo Bank.

Saxo Bank ha provato a fare il punto sulla situazione greca per capire se effettivamente gli sforzi compiuti dalla popolazione greca dietro indicazione del governo, sono riusciti a riequilibrare i bilanci. Di sicuro è stato fatto un passo in avanti visto che le partite correnti, oggi, sono state ridotte dal 2,24 miliardi di euro di un anno fa fino a 1,29 miliardi di euro del marzo 2013.

Per il futuro, però, non si deve pensare che il peggio sia passato perché il rilancio dell’economia richiede uno sforzo ancora più insistente. Il punto di partenza per questa riflessione che ai più appare pessimista è la perdita del 20 per cento del valore della produzione di Atene dal 2009, anno d’avvio della crisi, fino ad oggi.

Per tornare sul mercato, quindi, il governo ateniese ha ancora bisogno di tempo, certo è che le esportazioni, in questo periodo, non sono risalite ai livelli di un anno fa. Il che vuol dire che la Grecia sta meglio ma naviga ancora nel recinto della recessione.