Opzioni binarie: gli USA indicano la crisi francese

di Gianni Commenta

L’ex presidente della Banca Mondiale, Robert Zoellick, ha rilasciato di recente un’intervista al quotidiano tedesco “Der Spiegel” spiegando che il prossimo paese a finire nelle grinfie della crisi sarà la Francia.

La crisi economica interessa soprattutto il Vecchio Continente dove fino a questo punto sono risultate in crisi soprattutto la Spagna e l’Italia, oltre alla Grecia e a Cipro. Le prime due nazioni, però, insieme alla Francia, hanno sempre svolto un ruolo importantissimo: quello di tamponare l’ascesa poderosa della Germania.

Il paese guidato dalla Merkel è l’unico che è stato capace di riprendersi a livello economico, mentre nel resto dell’Europa la ripresa è stata posticipata alla fine del 2013 o meglio all’inizio del 2014. Un’Europa a due velocità che dovrà presto fare i conti con un altro paese in crisi che fino a questo momento non è stato in grado di mettere in campo riforme strutturali e fiscali di un certo calibro.

Non stiamo parlando della Polonia dove la popolazione si troverà presto di fronte un referendum per scegliere se entrare o meno nell’euro. Parliamo invece della Francia che, stando a quanto dichiarato da Zoellick, non è stata in grado di risolvere il problemi finanziari del paese e nello stesso tempo ha perso molta della sua competitività.