Opzioni binarie: la crisi della Francia e del resto d’Europa

di Redazione Commenta

Spread the love

L’ex presidente della Banca Mondiale ha di recente lanciato l’allarme: il prossimo paese ad affrontare la crisi sarà la Francia che non è stata in grado di fare le riforme finanziarie e strutturali utili all’uscita dalla crisi.

La Francia, in questo momento, è alle prese con una serie di problemi finanziari che oltre a mettere in ginocchio le casse dello stato e a rendere più urgente lo sviluppo di una riforma del sistema fiscale, fanno perdere competitività al paese.

La Francia, in questo momento, non riesce nemmeno più a fare da contrappeso alla Germania, un po’ com’era capace di fare fino a questo momento con l’aiuto della Gran Bretagna, della Spagna e dell’Italia.

Uscire da questo impasse sembra un’operazione titanica. La BCE, da parte sua, ha spiegato di voler contribuire acquistando il maggior numero di bond dei paesi in crisi, in modo da riequilibrare i vari spread. Un modo come un altro per evitare l’uscita dall’Europa di pedine fondamentali per il Vecchio Continente. Una mossa che non può che essere sostenuta anche dalla Germania, molto preoccupata e molto esposta sul debito Cipriota, ma intenzionata a dare respiro al sistema creditizio dell’isola per salvare Cipro e salvare allo stesso tempo l’Europa intera.