2013, mercato UE meglio di Wall Street

di Redazione Commenta

Spread the love

I maggiori broker mondiali sono concordi nel considerare che l’Europa, o meglio, i mercati europei, l’anno prossimo, andranno meglio di Wall Street. Una breve analisi delle previsioni più interessanti. 

Per spiegare come sta cambiando il sentiment nei confronti dell’Europa è necessario partire dalle considerazioni e dalle operazioni di BlackRock che per lungo tempo non ha guardato di buon occhio quel che stava succedendo nel Vecchio Continente ed ha considerato molto rischiose le azioni della zona euro.

Adesso BlackRock ci ha ripensato, ma non ha ancora iniziato a dotarsi di Btp e Bonos come stanno facendo quasi tutti i broker internazionali. Il sentimento comune è che azioni e bond europei, per il prossimo anno, sono da considerare investimenti profittevoli.

Goldman Sachs e Morgan Stanley sembrano molto ottimisti riguardo ciò che succederà in Europa ma i broker delle banche europee sono proprio convinti del successo. Soltanto Citi ritiene che nel Vecchio Continente le cose evolveranno in peggio e per questo evita accuratamente i bond italiani e spagnoli, oppure i titoli dei paesi come Grecia, Portogallo, Slovenia e Irlanda che potrebbero aver bisogno di aiuto nell’immediato futuro.

Interessante la posizione di Rbs che considera appetibili gli investimenti in Italia, Irlanda e Portogallo mentre diffida dai bonos visto che il debito di Madrid sembra ancora più insostenibile che nei mesi passati.