ADV: new deal della pubblicità Facebook

di Gianni Commenta

Facebook ha attraversato un momento molto burrascoso a livello societario e finanziario, infatti, nell’ultima riunione societaria, lo stesso Zuckerberg ha spiegato che l’esperienza di Wall Street non è stata positiva. Questo non vuol dire che ci sarà la battuta d’arresto per le novità

Nonostante Facebook sia un’azienda insoddisfatta dell’esperienza finanziaria, ha deciso di non rinunciare alle novità e all’innovazione proponendo sempre qualcosa di diverso ai suoi iscritti e utenti. L’ultima novità riguarda la pubblicità visto che si è deciso di rimuovere l’advertising dai contenuti che sono catalogati come “controversi”.

La novità, secondo quanto detto nell’annuncio ufficiale, sarà operativa dal primo luglio. In pratica Facebook ha deciso di mettersi dalla parte degli inserzionisti, di coccolarli, di tutelarli. Le pubblicità, quelle che si trovato in genere nella colonna di destra, saranno quindi eliminate sia dalle pagine, sia dai gruppi che postano messaggi considerati controversi, per esempio contenuti violenti, a sfondo sessuale o che possono urtare la sensibilità degli iscritti.

Tutta la decisione prende spunto dalla protesta di alcune associazioni che avevano richiesto a Facebook di eliminare le pagine e i gruppi inneggianti alla violenza contro le donne. Il management del social network, effettuati i controlli del caso, ha pensato non solo di eliminare i gruppi e le pagine incriminati ma di mettere al sicuro anche i marchi pubblicitari che comparivano in questi settori.