I tre market mover del dollaro americano

di Redazione Commenta

Spread the love

Il dollaro americano, come tutte le altre valute in circolazione, è influenzato dalla pubblicazione dei dati riguardanti il mondo del lavoro, il settore immobiliare o anche le decisioni della FED in materia di politica monetaria. Cosa smuove oggi il cosiddetto USD?

Abbiamo visto insieme l’euforia delle borse per l’accordo sul fiscal cliff ed abbiamo notato come questo avvio del nuovo anno sia caratterizzato dalle pubblicazioni che incidono sulle valutazioni dell’euro e della sterlina. Vediamo adesso cosa può cambiare le sorti del dollaro.

Sicuramente il primo dato importante sarà quello legato ai NonFarm Payrolls, che è a cura dell’Automatic Data Processing. Nel caso in cui il valore rilevato per questo indice superasse le attese, si potrebbe avere un effetto rialzista sul dollaro visto che l’indice misura il numero di persone che, in un mese, hanno trovato un impiego, ma non nell’industria agraria o nella pubblica amministrazione americana.

Il secondo dato, legato al primo, è la variazione degli indici di disoccupazione. Sembra infatti che sia aumentato il numero di richieste di sussidi di disoccupazione anche se il dato finale resta al di sotto delle aspettative e questo potrebbe comunque avere un effetto rialzista sul dollaro.

Nella giornata di oggi potrebbero incidere anche le minute del FOMC pubblicate ieri sera che sono usate dagli analisti per capire in che direzione si sta muovendo la FED e che prospettive ci sono per l’economia americana.