L’economia cinese e le azioni Bhp Rio Tinto

di Redazione Commenta

Spread the love

Gli effetti del rallentamento dell’economia cinese si sentono anche sulle azioni di alcune aziende che hanno dovuto ridurre il loro budget per aumentare il business. Che prospettive ci sono sul loro indice azionario?

Gli australiani sono molto forti nel mercato minerario ma negli anni hanno costruito la loro fortuna contando sulla crescita esponenziale dell’economia cinese. Oggi la crisi lambisce anche questa potenza economica e ci sono delle ripercussioni su molte industrie.

Come fare per sopravvivere? Si devono innanzitutto tagliare i costi. Una gestione industriale lungimirante vorrebbe che si tagliassero benefit e si producesse un volume di minerali possibile da smaltire con la domanda interna e le esportazioni.

I manager della Rio Tinto, invece, hanno pensato di avviare la stagione dei licenziamenti. Un mese fa circa hanno licenziato alcuni operai della miniera di carbone di Clermont, ora vogliono procedere con i tagli al comparto amministrativo.

Per cui chiuderà presto l’ufficio di Sydney e posi sarà ridimensionato l’ufficio di Melbourne dove trovano lavoro ben 240 persone.

In questo modo, secondo il managing director David Peever, si dovrebbe rafforzare il business per affrontare con decisione i momenti difficili che devono ancora arrivare.

L’azienda concorrente della Rio Tinto, la Bhp Billiton, ha deciso invece da maggio, di congelare circa 80 miliardi di dollari d’investimenti che aveva pensato di ripartire in un piano quinquennale.

Chi deve comprare opzioni binarie che puntano sulle valutazioni dei minerali o delle aziende che si occupano dell’estrazione, deve tenere conto di questi problemi del settore.