Opzioni binarie su Alitalia: comprata da Air France?

di Gianni Commenta

Si va avanti tra conferme e smentite nella considerazione di quel che succederà ad Alitalia, adesso che i suoi salvatori, quelli che i soldi ce li hanno messi negli anni addietro, possono finalmente liberarsi delle azioni della compagnia aerea.

La vicenda di Alitalia è sempre stata molto complessa. La compagnia aerea di bandiera ha tentato strenuamente di salvare capra e cavoli, di mettere al sicuro dipendenti e azionisti ma con l’aiuto dei benefattori esteri. Qualche tempo fa si era sparsa la voce del possibile acquisto di Alitalia da parte di Air France. 

La notizia, portata avanti nel nostro paese dal Messaggero, è stata poi smentita dai vertici francesi. Eppure qualcosa deve assolutamente cambiare visto che l’11 gennaio è scaduto il lockup, cioè il divieto per i soci di Alitalia, di vendere le loro azioni.

Adesso i soci di quest’azienda rilevata sull’orlo del fallimento, possono rivendere le loro azioni a chi offre di più, a patto però che ci sia l’assenso del Consiglio di Amministrazione.

Il lockup, per certi versi, arriva nel momento migliore, cioè alla vigilia di una nuova crisi legata alla pubblicità dei debiti dell’azienda che perdendo circa 630 mila euro al giorno, ha già accumulato debiti per 700 milioni di euro, mentre in cassa, di milioni di euro, ne ha solo 300 mila.

Qualcuno già pensa ad un’iniziativa statale per far tornare Alitalia una compagnia di bandiera italiana ma i più maliziosi vedono più decise le mire francesi.