Zucchero: prezzi in discesa

di Gianni Commenta

Chi investe nelle opzioni binarie legate al mercato delle materie prime deve sempre tenere ben presenti i dati sulla produzione di un certo bene. Oggi vogliamo mettere sotto la lente d’ingrandimento quel che sta accadendo allo zucchero evidenziando il calo dei prezzi

Lo zucchero sta per affrontare una nuova stagione di ribassi legati all’abbondanza della produzione che è ampiamente visibile sui mercati internazionali. Il fatto di avere a disposizione una grossa quantità di dolcificante, oltre che ottime scorte al seguito, sta deprimendo i prezzi.

La scorsa settimana, per esempio, il prezzo dello zucchero è sceso sotto i livelli minimi che non si vedevano da circa due anni. In particolare il prezzo dello zucchero grezzo è arrivato a 18,84 cents alla libbra mentre il prezzo dello zucchero raffinato è finito ai 525,9 dollari per tonnellata.

La situazione del caffé è diversa tra America ed Europa, sul nostro mercato infatti, lo zucchero continua a costare molto e gli acquirenti sono disposti a pagare anche 800 euro per tonnellata. Le scorte sono forse troppo esigue? E’ probabile, ma fanno fede le previsioni dell’International Sugar Organization che spiegano i trend del 2012-2013: ci sanno 6,2 milioni di tonnellate di zucchero in più grazie alla super produzione del Brasile e questo inciderà sui prezzi e sulle scorte.