Borsa: Sammontana lascia Milano?

di Gianni Commenta

In un quadro economico difficile come quello dell’Italia, sapere che ci sono delle industrie ancora alle prese con una ristrutturazione tale da salvarle, fa piacere. In fondo è una manifestazione di fiducia da parte degli imprenditori verso il tessuto industriale nostrano. L’ultima notizia a tal proposito riguarda la Sammontana.La società Sammontana, di recente, ha detto ai sindacati che intende spostare tutto l’apparato produttivo ma non siamo di fronte ad una delocalizzazione che renderà straniera anche questa industria dolciaria italiana. In realtà il management ha deciso di portare la produzione delle brioches fino a Verona. Tutti gli altri prodotti che invece si occupano di “battere la concorrenza” confluiranno in una nuova industria. I lavoratori coinvolti in questo riassetto e nello spostamento sono circa 240.

Sammontana ha deciso di riorganizzare le attività ma questo spostamento di una parte della produzione a Verona, potrebbe costare cara all’immagine dell’azienda che si lega al tessuto milanese. A farne le spese, sul lungo periodo, potrebbe essere infatti il famoso panettone a marchio Tre Marie.

In realtà quello che sorprende maggiormente i sindacati è la negazione del piano industriale iniziale, visto che la famiglia Bangoli della Sammontana ha già chiuso lo stabilimento di gelati di Cornaredo vicino Milano. Una perdita per il territorio milanese o per tutta l’industria italiana?