Italia: la prima dell’asta dei Bot

di Redazione Commenta

Spread the love

Per capire se rispetto al nostro paese è cresciuta la fiducia degli investitori, dobbiamo seguire da vicino quello che sta succedendo all’asta dei Bot predisposta dal Ministero del Tesoro. Sembra infatti che lo spread sia in calo e la notizia entusiasma le borse in leggera risalita. 

L’Europa sta attraversando un momento politico molto delicato dopo che la Germania ha praticamente deciso di processare l’Euro contestando apertamente le scelte della BCE che sembrerebbe favorire le economie periferiche come quella spagnola ed italiana.

Sarà un caso ma proprio mentre si svolge il secondo giorno di questo processo alla moneta unica in Germania, lo spread tra bund tedeschi e BTp italiani scende sotto la soglia dei 275 punti base. Il ministero del Tesoro, nell’ultima asta, ha dovuto collocare ben 7 miliardi di titoli con scadenza annuale.

Sulle borse lo spread in calo ha determinato qualche piccolo rialzo. Soltanto la borsa di Tokyo è apparsa sotto tono dopo il discorso della BoJ che ha deluso parecchio gli investitori. Nel Vecchio Continente, comunque, i mercati in timido rialzo, dimostrano di avere ancora bisogno di un po’ di tempo per tornare ai vecchi fasti.

Per quanto riguarda il rendimento dei titoli decennali tricolore, si sono fermati al 4,2 per cento.