Italia: interessante asta dei Ctz

di Gianni Commenta

L’Italia non è certo un paese che dal punto di vista economico e finanziario se la passa bene eppure il ministero del Tesoro ha fatto capire a colpi di risultati che siamo ancora un paese rispettabile e considerato affidabile dagli investitori.Questa considerazione di merito nasce dai risultati dell’ultima asta obbligazionaria dei Ctz che arriva a conclusione di una settimana finanziaria molto articolata e movimentata.

Una delle notizie principali per gli azionisti riguarda i dati trimestrali di Samsung che sembra aver deluso le aspettative degli azionisti. Anche sul fronte valutario, per la sterlina e per gli altri movimenti delle diverse divise in gioco, si è parlato di beneficio per la borsa di Tokyo.

Per reazione ma anche per via delle condizioni del Vecchio Continente, i listi europei hanno chiuso con qualche contrasto. Soltanto il Ftse Mib è rimasto praticamente invariato ma il Tesoro, come accennavamo in apertura, ha comunque sorriso.

Sono stati venduti, infatti, 3 miliardi di Ctz a 24 mesi con scadenza fissata a giugno 2015. il rendimento medio è sceso sotto la soglia del 2 per cento, passando, per l’esattezza, da 2,403 a 1,857 per cento nell’asta di giugno. Lo spread, altro indice molto importante per consumatori e investitori, si è stabilizzato attorno ai 273 punti e la sua cedola sul mercato secondario è rimasta sul 4,4 per cento.