Italia: la riorganizzazione difficile di Indesit

di Redazione Commenta

Spread the love

Indesit è una realtà industriale italiana molto importante. Ha sede a Fabriano ma i tre stabilimenti presenti in Italia rischiano grosso per via della crisi. 

Indesit, fino a questo momento, poteva essere considerato un caso d’eccellenza, eppure anche questa realtà industriale italiana, adesso, deve fare i conti con la crisi. I vertici da Fabriano sono arrivati a Roma dove ad aspettarli hanno trovato i sindacati.

L’obiettivo dell’incontro era la presentazione del piano di salvaguardia dell’azienda e razionalizzazione della produzione. Per Indesit, infatti, le cose non si mettono bene e restare in Italia potrebbe essere troppo oneroso per l’azienda che ha per questo deciso di delocalizzare la produzione in aree più remunerative come la Polonia e la Turchia.

Cosa ne sarà allora degli stabilimenti italiani? Resteranno un caso d’eccellenza, un modello ad alta innovazione, si legge nel documento ma questo non vuol dire che operai ed impiegati siano al sicuro. Per avere un’idea della forza lavoro che ruota attorno ad Indesit, diciamo che la riorganizzazione del gruppo dovrà fare i conti con 1400 persone.

Si tratta di 25 dirigenti, 150 impiegati tra la sede centrale e le sedi locali, più 1250 persone che sono operai o impiegati di fabbrica. Il dialogo, adesso, è stato avviato. La speranza è di risolvere al più presto l’emergenza.