Telecom: Moody’s pensa al downgrade

di Gianni Commenta

Moody’s sta pensato di declassare Telecom basandosi sui dati semestrali dell’azienda. L’agenzia americana, infatti, non vede di buon occhio il buco delle finanze di questa società italiana. Telecom Italia, da qualche mese, è al centro delle cronache finanziarie perché si pensava ad un subitaneo incontro con Tre Italia, un connubio che avrebbe rafforzato la dotazione tecnologica dell’azienda rendendola più competitiva sullo scacchiere nazionale e internazionale.

Poi tutto l’affare è saltato dopo diversi consigli di amministrazione e la situazione “grave” di Telecom è diventata più chiara dopo la pubblicazione dei dati semestrali.

In questo momento, infatti, ci si rende conto del fatto che Telecom Italia ha visto deteriorare nel tempo i suoi ricavi e congiuntamente anche i cosiddetti margini domestici. Non è certo una situazione generata volontariamente da Telecom. Gli analisti attribuiscono lo scivolone al peggioramento della situazione economica internazionale ed europea e alla maggiore concorrenza tra le aziende che operano nel settore telefonico.

Il rating di Telecom era già stato bersagliato dall’agenzia Fitch. Moody’s sembra più dolce ed ha pensato di mettere sotto osservazione il titolo azionario dell’azienda  prima di procedere con il downgrade. Una specie di “minaccia” che dovrebbe allentare il vertice di Telecom Italia e convincere tutti a trovare una strategia più idonea fino alla fine dell’anno.