Grecia: sale ancora la disoccupazione

di Gianni Commenta

In Grecia il tasso di disoccupazione, soprattutto con riferimento alle nuove generazioni, è dato in aumento. Questo non favorisce un rientro in grande stile del Paese sullo scacchiere internazionale. 

Le speranze che la situazione di Atene migliori, se dovessero essere legate al tasso di disoccupazione, sarebbero davvero minime, se poi dovessero essere legate al tasso di disoccupazione giovanile, allora, non ci sarebbero più speranze.

La disoccupazione in Grecia, infatti, ha raggiunto un nuovo tasso record che è del 27,6 per cento a maggio. Nel mese in questione l’aumento del numero dei disoccupati in termini percentuali è stato di 3,2 punti nel giro di 31 giorni. La situazione economica europea non agevola certo la ripresa del mercato del lavoro e ad essere penalizzati, per quanto riguarda Atene, ci sono soprattutto i giovani.

La disoccupazione giovanile, infatti, per i ragazzi di età compresa tra 15 e 24 anni, è cresciuta ed ora si attesta al 64,9 per cento. Il problema della Grecia è che in questo momento è il secondo paese che riceve fondi dall’Unione Europea. Il denaro arriva dal 2010 ma il management greco non ha mai saputo gestire il progetto di salvataggio internazionale e tantissimi soldi sono andati sprecati. L’unica speranza, adesso, è nel settore turistico che sembra pronto ad accogliere una buona ondata di “villeggianti”.