Opzioni binarie: la crisi di Telecom, parla Fossati

di Gianni Commenta

La crisi economica del nostro paese si riflette anche sull’andamento delle azioni più importanti presenti nel listino di Milano. Basta pensare a quello che è successo a Telecom che dal 2008 al 2012 ha visto svalutare le sue azioni del 75%.

I titoli presenti nella borsa di Milano stanno subendo l’attacco degli speculatori ma stanno anche incassando lo schiaffo della crisi. Uno dei casi più emblematici, in tal senso, è quello di Telecom che nel 2008 pagava agli azionisti un dividendo di 8 centesimi per azione, mentre adesso deve giustificare un dividendo ancora più basso, prossimo ai 2 centesimi per titolo.

Chiaramente questo trend quadriennale non piace agli azionisti tra cui c’è anche Marco Fossati che detiene il 4,9 per cento delle azioni Telecom ed è socio del gruppo. Fossati si è reso protagonista di un’azione dimostrativa molto importante.

In occasione della prossima assemblea dei soci, quella del 17 aprile, ha chiesto che oltre all’approvazione del bilancio, sia inserito anche nell’ordine del giorno, anche il voto di fiducia al managament dell’azienda. Il fatto che ci sia stata una svalutazione così importante delle azioni in questi ultimi quattro anni, sembra il riflesso di una cattiva amministrazione dell’azienda.

Il voto potrebbe aprire una frattura ancora più importante in un’azienda già in bilico.