Giappone: Abe manda a picco il Nikkey

di Redazione Commenta

Spread the love

Investire nelle opzioni binarie vuol dire anche occuparsi degli indici di borsa, per questo è importante tenere sotto controllo la politica economica italiana, europea ed internazionale. Il Giappone sembra essere l’osservato speciale. 

Il Giappone ha deciso di adottare la tecnica dello stimolo monetario ad oltranza per sostenere l’economia locale ma questa decisione non sembra essere condivisa da tante altre nazioni che oggi stanno anche meglio dell’impero di Abe Shinzo. Per esempio gli Stati Uniti, qui la Fed ha addirittura deciso di ridurre ai minimi termini gli stimoli monetari.

Strategie a parte, Abe, adesso, insistendo con la stessa politica economica e monetaria, non sembra soddisfare le esigenze del mercato. Il premier giapponese, infatti, ha nuovamente annunciato di voler immettere sul mercato stimoli per 500 miliardi di dollari. I soldi arriveranno però tra qualche mese.

La borsa, in tempi di acuta crisi, avrebbe accettato di buon grado l’intervento governativo regolatore, adesso sembra invece contrario all’ingerenza di Abe. I listini giapponesi, allora, si sono contraddistinti per la volatilità e il Nikkey è crollato del 3,86 per cento.

La crescita sospinta dagli stimoli monetari, infatti, non risulta più sostenibile. A preoccupare è la scelta diametralmente opposta e apparentemente vincente, fatta dall’America, premiata anche dall’andamento di Wall Street.