L’effetto Bernanke sui consumatori italiani

di Gianni Commenta

Per operare nel mercato delle opzioni binarie è necessario non solo tenere d’occhio quel che succede nel mondo della politica e dell’economia ma occorre avere anche una buona capacità d’analisi per sottolineare e prevedere le tensioni sui mercati.

Per esempio, dopo il lancio del terzo Quantitative Easing da parte di Bernanke come risposta all’iniziativa di Draghi di comprare “illimitatamente” titoli di stato dei paesi in crisi, cos’è cambiato per i consumatori italiani.

Gli effetti delle parole e delle scelte di Bernanke sul mercato sono evidenti: la Borsa si è ripresa, le materie prime hanno visto balzare in alto i loro prezzi e poi c’è stata una provvidenziale svalutazione del dollaro così da attirare nuovi investimenti negli USA.

In Europa, i consumatori hanno potuto da un lato beneficiare della stabilità del mercato. Gli indici sono stati meno nervosi e quindi è stato più facile pianificare gli investimenti, dall’altro lato, però, si sono avuti dei contraccolpi importanti sulla vita reale, ad esempio è salito il prezzo della benzina.

Chi opera con le opzioni binarie, quindi, si trova a dover fare i conti con un monte risparmi probabilmente più risicato, come tutti i cittadini che dovranno mettere nel budget mensile spese giornaliere più consistenti.

Il vantaggio è che si possono pianificare maggiormente gli investimenti visto che le tensioni si sono allentate. Il deprezzamento del dollaro, per esempio, non riduce l’export europeo ma incrementa i flussi di denaro verso il Vecchio Continente. L’euro non si rafforza ma la liquidità del mercato si riversa soprattutto sui titoli italiani, dicono gli analisti.