Quotazioni auree di nuovo in crescita

di Gianni Commenta

Chi investe in oro, anche con l’acquisto di opzioni binarie up che scommettono sul rialzo del prezzo del metallo giallo, è confortato dall’ultima decisione delle banche centrali. Ecco cosa è stato deciso a livello nazionale e sovranazionale. 

Le banche centrali in questi giorni hanno confermato una serie di misure che fanno piacere sicuramente a chi investe nell’oro visto che, a seguito del cosiddetto allentamento quantitativo introdotto dalla FED, le quotazioni hanno ripreso a salire.

Molti istituti nazionali, infatti, hanno pensato di aumentare le riserve di lingotti. Un’attività di stoccaggio molto determinata che ha consentito alle quotazioni dell’oro di tornare in ascesa. C’era stata una fase di consolidamento importante, adesso, la ripresa della corsa all’oro fa segnare il quarto risultato positivo mensile per il metallo giallo.

La politica espansiva della Fed ha innescato dunque il ritorno all’oro ed oggi si parla di quotazioni che superano i 1.770 dollari l’oncia. Si tratta di un altro incremento dello 0.5% che riporta l’oro ai massimi raggiunti negli ultimi sei mesi e mezzo: 1.787,2.

A livello d’analisi ricordiamo che rispetto alle quotazioni di metà agosto, periodo in cui il mercato è generalmente più aleatorio per le vacanze, l’oro ha guadagnato il 12 per cento e si avvia comodamente a raggiungere la soglia dei 1.800 per oncia.