Torna a salire il prezzo del petrolio

di Redazione Commenta

Spread the love

Avevamo parlato qualche giorno fa del fatto che il prezzo del petrolio, sul mercato internazionale, aveva ripreso a calare in seguito all’indiscrezione su una fornitura extra da parte dell’Arabia Saudita ai paesi clienti. Il tutto condito da un aumento consistente dei prezzi dei carburanti nel nostro paese. 

Il panorama sta cambiando e presto questa situazione potrebbe avere un impatto anche sul nostro paese. Da premettere che l’Italia il prezzo dei carburanti è in ascesa indipendentemente dalle quotazioni petrolifere, tanto che anche in un momento di discesa del prezzo del petrolio al barile, sul piano internazionale, per i consumatori sono stati momenti molto difficili.

Oggi, il prezzo del petrolio inverte la sua tendenza.

Tutto dipende dalle mosse “espansive” delle banche centrali che hanno innescato nuovo ottimismo nei mercati riguardo le prospettive macroeconomiche. E’ vero che in questo momento l’offerta di oro nero è maggiore delle richieste ma è anche vero che c’è un calo della produzione di petrolio nel Mare del Nord.

Pesa sulla situazione anche l’incertezza politica di molti stati produttori tra cui possiamo annoverare anche la Libia.

Il Brent, facile da immaginare, ha superato quota 111 dollari e l’altro indice di riferimento, il West Texas Intermediate, ha recuperato un dollaro portandosi a quota 93. Il rally delle quotazioni petrolifere sembra arrivato alla fine.