Italia promossa o bocciata?

di Gianni Commenta

Secondo il Sole 24 Ore, nella giornata di ieri, sarebbe stata pubblicata una ricerca della Morgan Stanely dedicata al nostro paese, in cui si prende in esame il processo di consolidamento fiscale tricolore e si cerca di capire che futuro ha il nostro paese. 

Sul sito della Morgan Stanley, questa ricerca sull’Italia non è stata ancora pubblicata per cui dovremo dare per buono lo scoop del Sole 24 Ore che parla della ricerca “Italy: Good Student, Good Trades?”.

In pratica i ricercatori si chiedono se l’Italia di Mario Monti, dopo essere stata considerata una studentessa modello in virtù del percorso di consolidamento fiscale, ha deciso anche di passare “ai fatti” con una serie di riforme strutturali.

L’economia del nostro paese, infatti, sembra ancora molto a rischio sul fronte del debito e in più sembra un’economia che risente moltissimo dei cambiamenti di sentiment sui mercati internazionali. Quindi, quali potrebbero essere i rischi per il Belpaese?

Gli economisti della banca americana, provano a rispondere alla domanda in cinque punti. Il primo riguarda le prospettive di crescita dell’Italia: il nostro paese tornerà a crescere soltanto nel 2013. Il secondo punto è un overview sulle finanze pubbliche in miglioramento che però ha come contraltare l’instabilità politica del paese (terzo punto).

Altre due difficoltà da considerare per l’Italia sono nella fragilità delle banche che soffrono delle difficoltà di accesso al credito dei consumatori e nell’atteggiamento anti-euro diffuso tra la popolazione.