Opzioni binarie: se la BCE tagliasse i tassi

di Gianni Commenta

 

Gli opzionaristi, in questo momento, oltre a fare i conti con il continuo cambiamento delle carte in tavola, devono cercare di capire veramente cosa succederebbe se fossero tagliati i tassi dalla BCE.

La Banca Centrale Europea, infatti, tra maggio e giugno, durante il consueto meeting, deciderà il da farsi e si potrebbe scegliere di tagliare ancora i tassi d’interesse portandoli da quota 0,75% a quota 0,50%.

Se lo augurano praticamente tutti ma in pochi riflettono seriamente sugli effetti di un taglio dei tassi. La ripresa economica, infatti, è sempre più lontana e la Germania, ha finito di fare da traino per il resto dell’UE e si gode i frutti del lavoro in un momento comunque molto difficile

Jens Weidmann, in questo momento, apre al discorso dei tagli dei tassi d’interesse e spiega che se anche fosse accettata questa mossa, di certo non sarebbe risolutiva per nessuno.

La pensa allo stesso modo anche il capo del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde che spiega che la BCE ha tutta l’autorità, nonché la possibilità di tagliare i tassi ma questo intervento non riuscirebbe comunque a portare l’Europa fuori dalla recessione.

Se poi ci sarà effettivamente un taglio, le economie dell’area euro e i  mercati dell’Eurozona potrebbero percepire tutta l’incertezza sottointesa da questa mossa e patire più di quanto non lo facciano oggi.