Scimdt: addio all’1% di Google

di Redazione Commenta

Spread the love

Se il presidente di Google Eric Schimdt, decide di lasciare l’1 per cento delle sue azioni sul mercato, vuol dire che qualcosa in seno all’azienda di Mountain Views sta cambiando. Ma nessuno, finora, ha parlato di addio. 

Il fatto di cronaca che è stato portato all’attenzione dei mercati è molto semplice: il presidente di Google, secondo i rumors del mondo della finanza, avrebbe ridotto il volume delle azioni Google tra le sue mani. Entro il 2014, quindi, sarebbe pronto addirittura a vendere l’1 per cento delle azioni Google.

Da questa operazione, Schimdt, ne ricaverebbe ben 2,5 miliardi di dollari che, stando agli ultimi conti dell’azienda, sono anche l’1 per cento del valore della società.

I titoli Google, intanto, se la cavano bene in borsa e in un anno hanno guadagnato il 30 per cento del loro valore. La vendita del patrimonio del presidente dell’azienda di Mountain View, è stata annunciata anche alla Sec quindi, ormai, è data assolutamente per certa.

I più maliziosi pensano che sia arrivato il momento, per il Presidente di Google, di lasciare le redini dell’azienda, ma dai quartieri generali fanno sapere che Schimdt resterà impegnato, ma venderà il 40% della sua quota: 3,2 milioni di azioni Google sui 7,6 milioni di titoli in portafoglio.