Opzioni binarie: i titoli tecnologici 1/3

di Redazione Commenta

Spread the love

Chi investe in opzioni binarie ed ha intenzione di monetizzare il più possibile i propri investimenti, può partire con la considerazione dei dati trimestrali delle aziende di tecnologia quotate in borsa. Vi proponiamo i dati di Samsung e Google. Le aziende quotate in borsa sono obbligate a pubblicare trimestralmente i loro dati relativi a fatturato e utili. Per fatturato s’intende il volume d’affari dell’azienda al lordo dei costi, per utili, invece s’intendono i soldi che l’azienda realmente si mette in tasca.

La Samsung è certamente la società più grande di tecnologia che possiamo immaginare. Il suo fatturato annuo si aggira sui 150 miliardi di dollari e continua con i grandi affari. In questo terzo trimestre l’azienda coreana non sembra in affanno, anzi. Il suo fatturato è cresciuto del 26 per cento rispetto al terzo trimestre del 2011. Idem per i profitti, balzati a 5,9 miliardi di dollari con un aumento del 91 per cento.

Tutto sembra dovuto alla vendita di 50 milioni smartphone che hanno rimpiazzato, sul mercato, il famoso iPhone della Apple.

Google, invece, ha diffuso in anticipo i dati relativi al suo trimestre e siccome il fatturato tra luglio e settembre è diminuito, i costi sono aumentati e quindi anche i profitti hanno ricevuto una battuta d’arresto, c’è stato un tracollo del titolo in borsa. Le azioni Google hanno perso 9 punti percentuali aggravando “temporaneamente” i conti dell’azienda di Mountain View.