Auto: il settore è ancora in calo

di Gianni Commenta

Il settore automobilistico è ancora in flessione e chi si aspettava un rimbalzo negli indici della produzione industriale dell’area automobilistica, adesso, è costretto a fare un passo indietro visto che per il 14esimo mese consecutivo le immatricolazioni e la produzione sono in flessione. 

Sono stati resi disponibili i dati relativi alle immatricolazioni di novembre che danno un’idea della tendenza del mercato in cui la flessione degli indici continua, in Europa e in Italia soprattutto.

Nell’Europa dei 27, per esempio, le perdite legate al settore automobilistico continuano ad essere consistenti, visto che rispetto al novembre del 2011 sono state immatricolate il 10,1% di auto in meno, assestandosi sul livello delle 966 mila vetture. Nel 2011 le immatricolazioni di novembre avevano superato il milione di unità.

Se poi si fa una panoramica degli ultimi 11 mesi del 2012 si scopre che le registrazioni sono in calo del 7,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Significativa la contrazione del mercato tricolore. In Italia le immatricolazioni sono diminuite ad una velocità doppia rispetto alla media europea, tanto che si parla di flessione del 20,1 per cento.

Determinante nel panorama italiano quel che è accaduto al gruppo Fiat che rappresenta il 6,1 per cento del mercato. Tutti questi “sintomi” fanno allontanare ancora la prospettiva rosea della ripresa del mercato automobilistico.