In crisi il settore auto, soffrono i francesi

di Gianni Commenta

Investire in opzioni binarie vuol dire anche fare delle incursioni nella borsa rischiando poco ed ottenendo buoni risultati in termini di rendimento e impegno economico. Per questo è bene sapere in quale settore è meglio non puntare i risparmi. Se c’è oggi un ambito molto rischioso e in calo, in Europa, è quello delle auto. Diminuiscono le immatricolazioni e calano gli utili di numerose aziende. Le prime a soffrire sono quelle francesi che collezionano i ribassi più consistenti. Nel Vecchio Continente, dicono le ultime statistiche, resiste soltanto la Volkwagen. In crescita, invece, il settore delle auto asiatiche.

L’ultimo report dell’Aci, riferito al febbraio del 2013, parla di un crollo delle vendite di auto pari al 17,41 per cento, che si somma al -17,25% di gennaio. La ripresa, per questa porzione di mercato, si allontana sempre di più e secondo l’Automobile Club tricolore, si potrà respirare soltanto a partire dal 2016.

A fare le spese della crisi saranno soprattutto i concessionari. Ma da cosa dipende questa situazione? Benché la flessione affondi le radici in una crisi di lungo periodo, molti operatori del comparto automobilistico, attribuiscono a débacle soprattutto all’instabilità del panorama politico.

Gli investitori si aspettano adesso delle soluzioni nuove, un maggiore investimento nella ricerca, un contenimento dei prezzi che potrebbe mantenere a galla numerose aziende.