Bond: piacciono molto quelli FS

di Gianni Commenta

Gli investitori istituzionali italiani ed esteri sono stati chiamati all’appello dalle Ferrovie dello Stato che per la prima volta nella loro storia hanno deciso di emanare dei bond. Il successo delle obbligazioni della società che gestisce la nostra rete ferroviaria è indiscutibile. Le Ferrovie dello Stato, per la prima volta nella loro storia, hanno deciso di emanare dei bond che in prima battuta sono stati riservati ai clienti istituzionali. Il bond in questione è stato lanciato il 15 luglio ed ha durata settennale quindi la sua scadenza è prevista per il 2020. Il rendimento è stato fissato inizialmente al 4 per cento.

La prima emissione, benché limitata soltanto ad una categoria particolare di investitori, ha ottenuto molto successo, infatti l’offerta iniziale era di 500 milioni di euro. Poi, però, viste le richieste complessive che ammontavano a 3,6 miliardi di euro, si è deciso di ritoccare al rialzo l’offerta iniziale portandola a 750 milioni di euro e, allo stesso tempo, è stato innalzato il rendimento fino al 4,15 per cento.

A livello geografico, i maggiori investitori in queste obbligazioni, sono stati gli italiani, pronti a scommettere sul successo di Trenitalia. A seguire molto interessati all’esperimento finanziario anche gli austriaci e i tedeschi. Adesso ci sarà da scegliere l’opzione più adeguata per ottenere rendimenti su rendimenti.