Borsa: è ora di puntare a Facebook

di Gianni Commenta

Facebook ha debuttato il borsa nel maggio del 2012 ma da allora le azioni del social network più conosciuto del mondo, hanno iniziano a perdere quota. Lo stesso Zuckerberg ha perso posizioni nella classifica degli uomini più ricchi del pianeta. Adesso qualcosa è cambiato. 

Facebook ha ritrovato la verve del passato e le azioni legate al social network hanno recuperato valore arrivando quasi al prezzo del debutto. Ecco perché molti bookmaker, alla vigilia del periodo più volatile dell’anno, pensano che investire in questi titoli possa essere remunerativo, almeno nel breve periodo.

Facebook è rinato! Il 18 maggio del 2012 veniva lanciato sul listino Nasdaq con le azioni che costavano circa 38 euro l’una. Poi però è iniziato il declino, forse perché gli investitori si aspettavano qualcosa in più riguardo lo sviluppo della piattaforma e l’espansione del settore mobile.

Invece il titolo è incappato in un trend ribassista ed ha toccato il minimo storico. Quando poi Zuckerberg ha annunciato la delusione per l’esperienza finanziaria, durante l’ultima assemblea dei soci, allora tutto è cambiato. Si è preso atto della volontà dell’azienda d’investire nella raccolta pubblicitaria e non solo.

Il titolo, in un solo giorno in settimana, ha guadagnato il 6,21 per cento ed è arrivato a 37,63 euro, sfiorando il prezzo delle azioni al debutto nel Nasdaq.